Stampa
Visite: 2830

Questa manifestazione, che si svolge di regola nella penultima settimana del mese di agosto, e che si avvia a raggiungere la sua venticinquesima edizione, è diventata nel tempo un appuntamento tradizionale; coinvolge tutti gli abitanti dell'antico borgo di Torello, impegnati a far rivivere i profumi e i sapori delle tradizioni locali ricche di secoli di storia.  

Nel piazzale adiacente la Chiesa di Santa Barbara, appositamente allestito, l'Associazione organizza diverse serate di grande allegria, all'insegna di irresistibili profumi di prodotti genuini quali i cavatielli, le braciole di capra, lo stoccafisso; non mancano, poi, assaggi di dolci locali, preparati dalle massaie del posto e altro ancora.

Concerti, musica, balli, lotterie, nonché visite guidate delle antiche chiese di Santa Barbara e del Salvatore, fanno da cornice alla manifestazione che rappresenta un appuntamento tipico per buongustai e vacanzieri dell'agro nocerino–sarnese e della valle dell'Irno, richiamati nel nostro paese, conosciuto anche per la coltura delle ciliege (in modo particolare della varietà Don Carmelo), non solo dalle delizie culinarie ma anche dallo splendido scenario paesaggistico e dall'aria fine e fresca che rigenera il corpo e lo spirito nelle calde notti d'agosto.

Storia delle Ciliege (5,6 Mb)