Non meno importante, lo stoccafisso, alimento ricco di proteine ed a scarso contenuto di grassi, tipico dei paesi dell'Europa del nord (e a tal riguardo, abbiamo costruito un rapporto di dialogo e collaborazione con il Console Commerciale per la Norvegia di stanza a Napoli, che ci ha dato il permesso di esporre la bandiera norvegese), eppure da tempo immemorabile facente parte della tradizione culinaria delle nostre zone, preparato, secondo un’antica ricetta, con sugo di pomodoro locale, spicchi di patate paesane, pezzetti di sedano, un pizzico di peperoncino e l'immancabile olio extravergine d'oliva.

Questa manifestazione, che si svolge di regola nella penultima settimana del mese di agosto, e che si avvia a raggiungere la sua venticinquesima edizione, è diventata nel tempo un appuntamento tradizionale; coinvolge tutti gli abitanti dell'antico borgo di Torello, impegnati a far rivivere i profumi e i sapori delle tradizioni locali ricche di secoli di storia.  

Nel piazzale adiacente la Chiesa di Santa Barbara, appositamente allestito, l'Associazione organizza diverse serate di grande allegria, all'insegna di irresistibili profumi di prodotti genuini quali i cavatielli, le braciole di capra, lo stoccafisso; non mancano, poi, assaggi di dolci locali, preparati dalle massaie del posto e altro ancora.

Concerti, musica, balli, lotterie, nonché visite guidate delle antiche chiese di Santa Barbara e del Salvatore, fanno da cornice alla manifestazione che rappresenta un appuntamento tipico per buongustai e vacanzieri dell'agro nocerino–sarnese e della valle dell'Irno, richiamati nel nostro paese, conosciuto anche per la coltura delle ciliege (in modo particolare della varietà Don Carmelo), non solo dalle delizie culinarie ma anche dallo splendido scenario paesaggistico e dall'aria fine e fresca che rigenera il corpo e lo spirito nelle calde notti d'agosto.

Storia delle Ciliege (5,6 Mb)

Del culto per Santa Barbara non si hanno notizie prima dell'anno 1309, quando ha come parroco un certo Budetta e come cappellano Nicola Malzerio.

Il culto per Santa Barbara fu scelto dai taglialegna di Torello che, costretti ad abbattere alberi sui monti, spesse volte, in seguito a tempeste, venivano atterriti dai fulmini che cadevano e procuravano danni alle persone e alle cose.

Nell'anno 1511 i montanari di Torello videro accolta la loro richiesta dall'Arcivescovo di Salerno, Cardinale Federico de Campo Fregoso che consacrò la chiesa a Santa Barbara e dichiarò la chiesa Parrocchia. Santa Barbara è la protettrice dei pompieri e di quanti hanno contatto con il fuoco.

La Platea del Pastore riporta Santa Barbara fra le chiese della Forania di San Giorgio ed assegna come confini i Gastaldati di Rota e di Sarno. Infatti le montagne di Torello confinano con quelle di Sarno.

G. Jennaco, Le Frazioni di Castel San Giorgio, Lancusi 1997, pg. 73

I primi documenti fanno risalire al 1511 la parrocchia di Santa Barbara e, nel 1594, i documenti conservati presso il museo diocesano le danno all’incirca l’attuale configurazione.

All'interno della chiesa di notevole pregio la statua di santa Barbara dell'inizio del ‘700, con la reliquia della santa situata nel nuovo altare, e le tre pale (dipinti in olio su tela); vanno menzionate anche le decorazioni pittoriche della controsoffittatura di tipo perret.

L'Associazione, che ha avuto un ruolo primario nell'opera di restauro e risistemazione della chiesa di Santa Barbara iniziata nel 2000 e conclusasi nel 2006, continua ad impegnarsi nella convinzione che essa può diventare sempre più centro non solo di fede, ma anche di crescita sociale, civile, culturale dell'intero paese.

L'Associazione Culturale Santa Barbara, con sede in Castel San Giorgio alla Via Chiesa, Frazione Torello, legalmente costituita il giorno UNDICI del mese di SETTEMBRE del 1994, alla frazione Torello nella Chiesa di Santa Barbara alla Via Chiesa, dinanzi all'Avv. Pasquale Torella, ha successivamente modificato la propria denominazione sociale in ONLUS presso lo studio notarile della dott.ssa Rosa Troiana, il 16/10/2000.

Essa "ha per scopo la formazione e la crescita culturale, sociale, sportiva, artistica, umanitaria degli associati e di qualsivoglia nucleo sociale". Sollecita i cittadini all'impegno sociale e civile, all'insegna di valori fondamentali quali l'amicizia, la solidarietà, la cultura.

A tale scopo promuove, incoraggia e favorisce festeggiamenti, gare sportive, spettacoli e manifestazioni artistico-culturali. Inoltre avanza proposte per l'utilizzazione e la gestione degli impianti e delle istituzioni culturali, turistiche, sportive e ricreative poste in essere anche dagli Enti locali; individua nel volontariato lo strumento di impegno sociale e civile dei soci e tenta di sensibilizzare tutte le energie disponibili per rispondere a stati di bisogno espressi da soggetti deboli quali anziani ed handicappati.

Obiettivi ulteriori sono: la sistemazione degli spazi adiacenti la chiesa per le attività ludiche, il restauro della chiesa MARIA SS. ADDOLORATA comunemente chiamata congrega, il ripristino delle mura del Castello medievale risalenti all’XI sec., site sulla collina di Torello. L'Associazione non ha scopo di lucro ed è apolitica.

Organi statutari dell'Associazione sono:

  • L'Assemblea, convocata in via ordinaria almeno una volta all'anno;
  • Il Consiglio Direttivo eletto dall'Assemblea annualmente;
  • Il Presidente eletto dall'Assemblea che rappresenta a tutti gli effetti l'Associazione e ne ha la responsabilità ed il vice-Presidente.

Soci fondatori dell'Associazione sono stati coloro che, prima ancora che essa nascesse giuridicamente, già erano impegnati secondo le suddette linee programmatiche.

 

Il nome Torello è di origine latina. Infatti il primitivo nome dovette essere Taurus, cioè Vitello. Ci fa pensare a questo primitivo nome una zona di terreno nei pressi della Chiesa che ancora oggi viene chiamato TUORO.

Quindi sono certo che Torello, anticamente, si chiamasse Taurus, cioè toro, vitello e forse per la numerosa presenza in zona di tori che liberamente pascolavano su quei monti.

In definitiva Torello significa piccolo toro, bue, vitello, mentre all'inizio della strada il toponimo era TOSTATIUM, nome che deriva dal latino Tostus = bruciato = cotto = panificato. Certamente ivi doveva sorgere il forno per il pane quotidiano per le popolazioni di Torello, Cortedomini, Campomanfoli ed Aiello.

 

Il primo atto notarile relativo al paese, conservato presso la Badia di Cava dei Tirreni, fu redatto dal notaio Giusperto che lo stipulò in Aiello nell’848; in esso si parla del casale già trasformato in Torello che apparteneva ai signori Budetta e che, insieme col Nocelleto, divenne proprietà di Guglielmo, figlio di Wirifrider, prode Normanno.

Il Casale, nel corso dei secoli, ebbe diverse divisioni ed appartenne ai Costabile, ai Zambrano, agli Amabile, ai Galluzzo, ai Rescigno, ai Capuano e ad altre antiche famiglie. Mentre il territorio di Torello si frazionò per lo sviluppo demografico delle antiche famiglie, quello del Nocelleto rimase sempre unito perché venne prelevato dal Barone di San Giorgio.

G. Jennaco, Le Frazioni di Castel San Giorgio, Lancusi 1997, pg. 73

C’era una volta un paesino posto su una collina, una piccola frazione di un territorio maggiore, chiamato Torello, i cui abitanti tra i vicoli e nelle case trascorrevano le loro giornate nella pace e nel silenzio, tra le ricchezze ancora acerbe di quei luoghi.

La spinta alla coesione e al miglioramento fu tale da portare alla nascita di un’associazione denominata Santa Barbara in onore della Chiesa sita proprio in quella piccola frazione.

E come su di un foglio bianco uno scrittore comincia a scrivere il proprio racconto, così l’associazione cominciò a creare, rendendo protagonisti gli abitanti stessi di Torello, la meravigliosa “Sagra del cavatiello e dello stoccafisso”.

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta l'uso dei cookie. Per saperne di più

Approvo

Cookie Policy

cookies sono piccoli file di testo inviati all'utente dal sito web visitato. Vengono memorizzati sull’hard disk del computer, consentendo in questo modo al sito web di riconoscere gli utenti e memorizzare determinate informazioni su di loro, al fine di permettere o migliorare il servizio offerto. Esistono diverse tipologie di cookies. Alcuni sono necessari per poter navigare sul Sito, altri hanno scopi diversi come garantire la sicurezza interna, amministrare il sistema, effettuare analisi statistiche, comprendere quali sono le sezioni del Sito che interessano maggiormente gli utenti o offrire una visita personalizzata del Sito. Il Sito utilizza cookies tecnici e non di profilazione. Quanto precede si riferisce sia al computer dell’utente sia ad ogni altro dispositivo che l'utente può utilizzare per connettersi al Sito.

Cookies tecnici

cookies tecnici sono quelli utilizzati al solo fine di effettuare la trasmissione di una comunicazione su una rete di comunicazione elettronica, o nella misura strettamente necessaria al fornitore di un servizio della società dell'informazione esplicitamente richiesto dall'abbonato o dall'utente a erogare tale servizio. Essi non vengono utilizzati per scopi ulteriori e sono normalmente installati direttamente dal titolare o gestore del sito web. Possono essere suddivisi in cookies di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web (permettendo, ad esempio, di realizzare un acquisto o autenticarsi per accedere ad aree riservate); cookies analytics, assimilati ai cookies tecnici laddove utilizzati direttamente dal gestore del sito per raccogliere informazioni, in forma aggregata, sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito stesso; cookies di funzionalità, che permettono all'utente la navigazione in funzione di una serie di criteri selezionati (ad esempio, la lingua, i prodotti selezionati per l'acquisto) al fine di migliorare il servizio reso allo stesso. La disabilitazione dei cookies potrebbe limitare la possibilità di usare il Sito e impedire di beneficiare in pieno delle funzionalità e dei servizi presenti sul Sito. Per decidere quali accettare e quali rifiutare, è illustrata di seguito una descrizione dei cookies utilizzati sul Sito.

Tipologie di cookies utilizzati

Cookies di prima parte: I cookies di prima parte (ovvero i cookies che appartengono al sito dell’editore che li ha creati) sono impostati dal sito web visitato dall'utente, il cui indirizzo compare nella finestra URL. L'utilizzo di tali cookies ci permette di far funzionare il sito in modo efficiente e di tracciare i modelli di comportamento dei visitatori.

Cookies di terzi: I cookies di terzi sono impostati da un dominio differente da quello visitato dall'utente. Se un utente visita un sito e una società diversa invia l'informazione sfruttando quel sito, si è in presenza di cookies di terze parti.

Cookies di sessione: I c.d. ‘cookies di sessione’ sono memorizzati temporaneamente e vengono cancellati quando l’utente chiude il browser. Se l’utente si registra al Sito, può utilizzare cookies che raccolgono dati personali al fine di identificare l’utente in occasione di visite successive e di facilitare l'accesso - login al Sito (per esempio conservando username e password dell’utente) e la navigazione sullo stesso. Il Sito potrebbe contenere link ad altri siti. Il nostro Sito non ha alcun accesso o controllo su cookies, web bacon e altre tecnologie di tracciamento usate sui siti di terzi cui l’utente può accedere dal Sito, sulla disponibilità, su qualsiasi contenuto e materiale che è pubblicato o ottenuto attraverso tali siti e sulle relative modalità di trattamento dei dati personali; A questo proposito, considerata la mole di tali siti terzi, si declina espressamente ogni relativa responsabilità. L’utente dovrebbe verificare la privacy policy dei siti di terzi cui accede dal Sito per conoscere le condizioni applicabili al trattamento dei dati personali poiché la Privacy Policy qui dichiarata si applica solo al Sito come sopra definito.

Cookies persistenti: I cookies persistenti sono memorizzati sul dispositivo degli utenti tra le sessioni del browser, consentendo di ricordare le preferenze o le azioni dell'utente in un sito. Possono essere utilizzati per diversi scopi, ad esempio per ricordare le preferenze e le scelte quando si utilizza il Sito.

Cookies essenziali: Questi cookies sono strettamente necessari per il funzionamento del Sito. Senza l'uso di tali cookies alcune parti del Sito non funzionerebbero. Comprendono, ad esempio, i cookies che consentono di accedere in aree protette del Sito. Questi cookies non raccolgono informazioni per scopi di marketing e non possono essere disattivati.

Cookies funzionali: Questi cookies servono a riconoscere un utente che torna a visitare il Sito. Permettono di personalizzare i contenuti e ricordate le preferenze (ad esempio, la lingua selezionata o la regione). Questi cookies non raccolgono informazioni che possono identificare l'utente. Tutte le informazioni raccolte sono anonime.

Cookies di condivisone sui Social Network: Questi cookies facilitano la condivisione dei contenuti del sito attraverso social network quali Facebook e Twitter. Per prendere visione delle rispettive privacy e cookies policies è possibile visitare i siti web dei social networks. Nel caso di Facebook e Twitter, l'utente può visitare https://www.facebook.com/help/cookies e https://twitter.com/privacy.

Come modificare le impostazioni sui cookies

La maggior parte dei browser accetta automaticamente i cookies, ma l’utente normalmente può modificare le impostazioni per disabilitare tale funzione. E' possibile bloccare tutte le tipologie di cookies, oppure accettare di riceverne soltanto alcuni e disabilitarne altri. La sezione "Opzioni" o "Preferenze" nel menu del browser permettono di evitare di ricevere cookies e altre tecnologie di tracciamento utente, e come ottenere notifica dal browser dell’attivazione di queste tecnologie. In alternativa, è anche possibile consultare la sezione “Aiuto” della barra degli strumenti presente nella maggior parte dei browser.  

Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la Piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio offerto.